Curarsi con l’acqua!!!

benessere-acquaTutti sappiamo che l’acqua è la vita, che non possiamo sopravvivere senza l’acqua. Essa non solo ci permette di vivere ma soprattutto di vivere bene. Il benessere deriva da uno stile di vita che contiene sana alimentazione, giusta attività fisica, serenità mentale, ma soprattutto l’acqua è una componente importantissima non solo come bere ma ci riferiamo all’idroterapia, la talassoterapia e cure termali. L’uomo da sempre ha utilizzato ciò per il beneficio del corpo, e sin dai tempi antichi si è sempre dato molta importanza e ai suoi benefici sul nostro organismo. Non dobbiamo dimenticare che le cure termali, l’idroterapia e la talassoterapia sono tra le più antiche medici tradizionali occidentali, monumenti di sapere e di pratica attualissima e molto efficaci soprattutto per i mali dell’uomo moderno.

 

Utilizzare la tecnologia per consumare di meno

Allyear 468x60

consumoTagliare i consumi è uno degli obiettivi principali delle case automobilistiche, che allo scopo sviluppano sempre nuove tecnologie: conviene sfruttarle. Per esempio, di giorno, in autostrada utilizzare le luci diurne (specie se a led) fa risparmiare carburante rispetto all’uso dei classici anabbaglianti. Con un tasto l’auto è piu ECO. Altrettando utili le tarature “ecologiche” per motore, servosterzo e (se presente) cambio automatico: premendo il pulsante nella plancia si cambia il comportamento dell’auto, risparmiando fino al 24% di carburante. Altre vetture danno semplicemente dei consigli per risparmiare (per esempio, evidenziando quando si ha il piede pesante). Stop & Start che spengono il motore da fermi, mentre sono ancora rare le prese d’aria che si chiudono se non serve raffreddare il radiatore: migliorano aerodinamica e consumi.

Resta comunque inteso che il miglior modo per risparmiare carburante è il nostro piede destro: il modo in cui utilizziamo acceleratore e freno incide, anche pesantemente, sulla spesa del benzinaio. Se ail semaforo è rosso, meglio rallentare per tempo, evitando di inchiodare all’ultimo: oltre a tagliare prima il flusso di carburante dal serbatoio al motore, avremo più possibilità che giunti in prossimità della coda questa riparta ( così ci si guadagna una seconda volta, non trovandosi del tutto fermi).

In forma con il massaggio

massaggiUn numero sempre crescente di persone si avvicina all’arte del massaggio, non solo per la sua utilità terapeutica, ma anche per dedicare parte del proprio tempo al benessere o per la semplice gioia del contatto fisico. Il massaggio è un trattamento della fisioterapia, sezione della medicina riabilitativa che si avvale di pratiche fisiche a scopo terapeutico. In particolare questa tecnica sfrutta l’energia meccanica applicata ai tessuti e i fenomeni riflessi prodotti nell’organismo per ripristinare l’equilibrio generale o favorire la guarigione in un individuo. La parola massaggio deriva dall’arabo mass e significa toccare, palpare; sotto questa definizione si raggruppano oggi decine di tecniche differenti, nate da teorie e scuole diverse.

Il massaggio classico, il massaggio connettivale, il rolfing, il massaggio californiano, il linfodrenaggio manuale, la riflessologia e altre tecniche meno diffuse fanno parte della cultura  occidentale e si sono sviluppate in tempi relativamente recenti, mentre lo shiatsu, il massaggio indiano, il massaggio ayuverdico e il massaggio thai appartengono alla millenaria tradizione orientale. Negli ultimi anni decenni l’incontro tra la cultura occidentale e quella orientale ha determinato interessanti sviluppi nell’evoluzione delle tecniche manuali, tanto che oggi molti professionisti tendono a impiegare metodologie miste, attingendo a fonti differenti e ampliando in questo modo il proprio bagaglio culturale.

Comunque lo si concepisca, il massaggio è a tutti gli effetti un arte che richiede preparazione, tanto sotto il profilo tecnico, quanto sotto quello psicologico ed emozionale. Nei prossimi articoli vedremo in particolare alcune tecniche di massaggi e scopriremo i loro benefici.

 

Dieta disintossicante

dieta-disintossicanteLa dieta disintossicante ha una tradizione antica. Una volta veniva praticata seguendo i ritmi della natura: a ogni cambio di stagione si consumavano minestre di erbe selvatiche, decotti e infusi depurativi. Nascono con uno scopo purificante anche il digiuno quaresimale e i digiuni rituali, come il Ramadan, osservato nel mondo islamico, o i “giorni di Ekadashii” della tradizione yogica, un digiuno totale, senza acqua, in base al ciclo lunare.

La tradizione della purificazione, insomma, è collaudata e universale e anche oggi una “pulizia” periodica ha i lati positivi, soprattutto per chi vive in un ambiente inquinato. I vantaggi della disintossicazione sono numerosi: il corpo si libera dalle tossine che ha accumulato, con il risultato di una pelle più morbida, uno sguardo più luminoso e, in generale, un livello più alto di vitalità e benessere, oltre a un sensibile calo di peso e un umore più sereno.

La via più breve, pratica ed economica alla depurazione passa attraverso la cucina, che assume quindi un ruolo da protagonista. Il cibo, come dicono molte ricerche e ribadiscono ogni giorno le autorità sanitarie, influisce sensibilmente sullo stato di salute, sia in positivo sia in negativo. Alleggerire la dieta, imparare a portare in tavola gli alimenti più salutari, anche solo per il breve periodo di una dieta purificante, garantisce benefici immediati sull’intero organismo. Ma aiuta anche a conquistare abitudini alimentari più sane, perchè il corpo dopo una depurazione è più sensibile, più ricettivo e rifiuta ciò che lo danneggia. E insegna così che anche in cucina si può trovare la chiave del benessere.

Cosa è lo Stress

stressUno dei nemici principali delle generazioni moderne è lo stress; ossia una fase di sforzo, di tensione da carico che provoca tutta una serie di risposte da parte dell’organismo. La prima volta che è stato nominato questo termine è stato nel 1936 dal medico austriaco Hans Selye, che pubblico sulla rivista britannica Nature una ricerca dove comunicava di aver scoperto una sindrome provocata da diversi agenti nocivi, ma caratterizzata da una sola reazione biologica. Il nostro organismo sottoposto a situazioni estreme, risponde con lo stress. Esistono 3 fasi di evoluzione dello stress:

  1. l’allarme, quando per esempio si sfiora un incidente e l’organismo attiva le sue difese; ossia il battito cardiaco accelera, i riflessi sono all’erta;
  2. adattamento, ossia l’organismo cerca di resistere ad una situazione spiacevole il più possibile;
  3. esaurimento, ossia per esempio quando si rimane per troppo tempo esposto ad un freddo estremo, ad un certo punto il corpo non riesce più a resistere.

In fase di stress l’organismo attiva una risposta ormonale, come quella della resistenza insulinica, che spiega perchè sotto stress si può anche ingrassare.